Anche l’ultimo giardiniere comunale è andato in pensione e domani analogo commiato toccherà ad un operaio. Due categorie fondamentali a palazzo dell’Aquila che si azzerano e che necessariamente dovranno essere impinguate da subito come sostenuto oggi dal sindaco Midili che ha portato il saluto dell’Amministrazione a Umberto Perdichizzi, ringraziandolo per quello che quotidianamente ha fatto per la sua città in questi anni.
“E’ paradossale che una città di 31 mila abitanti sia senza giardinieri” – ha aggiunto il sindaco –annunciando che gli uffici dell’ente si sono attivati per inserire, attraverso il supporto di società interinali, almeno 5 giardinieri, cui seguiranno gli operai, da impiegare per i servizi di prima necessità.